Salviamo le api!

Ecoló sostiene l’iniziativa europea “salviamo le api e gli agricoltori” è possibile firmare la petizione all’indirizzo: www.savebeesandfarmers.eu

Il diritto di iniziativa dei cittadini europei è uno strumento di partecipazione diretta alla politica dell’Unione europea, previsto dal Trattato sull’Unione Europea, che all’articolo 11 comma 4, prevede che se una iniziativa raccoglie almeno un milione di firme, la Commissione europea e il Parlamento europeo sono tenuti a valutarne le proposte e rispondere alle richieste che vi sono contenute.

L’iniziativa dei cittadini europei ‘Salviamo le api e gli agricoltori’ chiede al Parlamento Europeo:

1) L’eliminazione graduale dei pesticidi sintetici

Eliminare gradualmente i pesticidi sintetici nell’agricoltura dell’UE entro il 2030, iniziando da quelli più pericolosi, per diventare privi al 100% di pesticidi entro il 2035.

2) Il ripristino della biodiversità

Ripristinare gli ecosistemi naturali nelle aree agricole e trasformare i mezzi di produzione in modo che l’agricoltura contribuisca nuovamente alla promozione della biodiversità.

3) Il sostegno agli agricoltori nella transizione

Riformare l’agricoltura dando priorità ad un’agricoltura su piccola scala, diversificata e sostenibile, sostenendo un rapido aumento delle pratiche agroecologiche e biologiche e consentendo la formazione e la ricerca indipendente degli agricoltori in materia di agricoltura senza pesticidi e OGM.

Aiutaci a raggiungere questo obiettivo: ogni firma è importante.

L’utilizzo diffuso di agrofarmaci tossici sta distruggendo la biodiversità delle nostre campagne e mettendo a rischio la nostra salute. Il fenomeno del declino degli insetti impollinatori rischia di annullare un meccanismo fondamentale che è alla base della sopravvivenza di tutto l’ecosistema terrestre e costituisce una terribile minaccia per la sopravvivenza di tutti noi. Nello stesso tempo la diffusione dell’agricoltura industriale sta costringendo alla chiusura un numero sempre crescente di piccole aziende con una industrializzazione sempre più spinta delle pratiche agricole. Quello che deve essere cambiato è il sistema stesso che oggi guida la nostra agricoltura, in modo da poter giungere ad un’agricoltura priva di pesticidi, rispettosa della biodiversità e del clima, vicina alle esigenze del consumatore ma anche dell’agricoltore, capace, nel fornire cibo di qualità e sufficiente a rispondere alle richieste alimentari, di creare lavoro e sostenere le comunità locali.

Per ottenere questo, per innescare e portare a compimento una vera transizione ecologica dell’agricoltura europea, abbiamo bisogno della forza di milioni di firme di cittadini europei.

Hanno aderito alla raccolta moltissime associazioni e movimenti. L’elenco completo è visibile sul sito della iniziativa (www.savebeesandfarmers.eu ). Gli European Greens sono fra i sostenitori dell’iniziativa.

L’Unione Europea sta già facendo dei passi in questa direzione, come si evidenzia dalla nuova Strategia europea sull’agricoltura (Farm to Fork) che è stata approvata nel 2020 e che già indica come obiettivi da raggiungere entro il 2030 la riduzione del 50% dell’uso di pesticidi e del 20% dei fertilizzanti entro il 2030,  almeno il 25% del territorio agricolo coltivato secondo i canoni dell’agricoltura biologica, il raggiungimento di una agricoltura neutra dal punto di vista della produzione/assorbimento di carbonio, più resiliente, più equa e più sostenibile. Ma ancora non basta e la necessità del compimento di una vera e completa transizione ecologica dell’agricoltura deve essere sostenuta dalla richiesta e dalla consapevolezza (che comprende anche un comportamento da consumatori consapevoli) dei cittadini europei.

Ecologia

Data di pubblicazione: 22 Settembre 2020

Autore: Redazione

© 2024 Associazione Ecoló - Codice fiscale

designed with by FILARETE | DIGITAL AGENCY